sabato 29 aprile 2017

DINOSAURIA a cura di Lorenzo Crescentini

«Di cosa parla Dinosauria? Di dinosauri, ovviamente. Potrei dirvi di più e anticiparvi che tra le pagine si nascondono edmontosauri, velociraptor, carnotauri, che si parla di viaggi nel tempo, di incredibili ritrovamenti fossili e mutazioni genetiche mai viste prima. Potrei dire questo e tanto altro, ma non sarebbe sufficiente. La verità è che questi racconti parlano anche di qualcosa di molto più vicino: parlano di noi». (Dall'Introduzione di Lorenzo Crescentini). Esplorazioni e variazioni su un mistero che non smette di affascinare: una raccolta tutta dedicata ai dinosauri firmata da sei autori di spicco della letteratura fantastica e impreziosita dalle illustrazioni del "paleo artista" Marzio Mereggia.

Nel corso degli anni, chi scrive ha letto diverse antologie di racconti fantascientifici italiani. In ogni raccolta ha incontrato storie indimenticabili, non solo nel senso positivo, e ha avuto l'occasione di sfiorare le alte vette del genere fantastico… ma anche di sprofondare negli abissi della scipitezza letteraria.
Con uno stato d'animo quanto mai disilluso, il sottoscritto si è quindi accinto alla lettura di DINOSAURIA, sei racconti con due elementi in comune: in primis i dinosauri e, come specifica nell'introduzione il curatore Lorenzo Crescentini, la famiglia, nell'accezione più ampia del termine.
La sorpresa non è stata trovare storie scritte e raccontate bene, cosa (quasi) scontata visto il curriculum dei partecipanti, quanto di scoprire l'originalità in tutte le trame, una caratteristica che non sempre si riscontra nella fantascienza nostrana.
"Sauropatia" di Davide Camparsi affronta il delicato tema della diversità: la capacità dell'autore di esternare le varie personalità è eccezionale, tanto che il lettore percepisce il senso di profonda solitudine e la sofferenza con cui i protagonisti convivono dall'infanzia.
Non meno efficace nella presentazione dei personaggi è "Pranzo di Natale". Stefano Paparozzi in venti pagine, intense e sostanzialmente prive di dialoghi tradizionali, innalza una complessa impalcatura di relazioni familiari, drammatiche e credibili. Grazie all'elemento fantastico inserito abilmente nella trama, i pranzi in famiglia non saranno più visti sotto la stessa luce.
Più squisitamente fantascientifico è invece "Tempo d'estinzione" di Yuri Abietti. Nel contesto tradizionale del viaggio temporale, l'autore torinese sviluppa una storia niente affatto banale, ricca di suspance, che ha nel finale il momento culminante.
Chi scrive in passato ha spesso guardato con diffidenza gli scrittori nostrani che ambientavano le proprie trame negli Stati Uniti. Con "Elias Goodwin, l'ultimo cacciatore di dinosauri" si è dovuto ricredere. Davide Schito ha scritto una storia che non solo sembra uscita dalla penna di Joe R. Lansdale, ma riesce a commuovere, in alcuni toccanti passaggi.
Altrettanto emozionante è "SETI", firmato Andrea Viscusi: un racconto potente, coinvolgente che potrebbe evolvere in un romanzo vero e proprio, per il gran numero di spunti e tematiche presenti.
Per ultimo "Strappo". La storia di Roberto Bommarito apre DINOSAURIA ed è l'unica che si allontana dal genere fantascientifico, avvicinandosi ai territori assurdi della Bizarro Fiction. Il vero protagonista è però la crudeltà, che si concretizza in una pugnalata feroce e impietosa all'ignaro lettore.
I sei racconti saranno apprezzati dall'appassionato di fantascienza alla ricerca dell'originalità, e soprattutto da parte di chi volesse avvicinarsi a un universo letterario, quello incentrato sui dinosauri, lontano sia dalle note saghe ucroniche, come quella degli Yilanè di Harry Harrison, sia dalle versioni cinematografiche, più o meno sanguinolente. Una sola anticipazione: in DINOSAURIA non incontrerete il tipico rettile hollywoodiano, tutto zanne e artigli, con una sola, significativa eccezione. Il volume è infine arricchito dalle affascinanti illustrazioni paleontologiche di Marzio Mereggia, artista tanto giovane quanto talentuoso.
Buona lettura quindi e un ringraziamento al curatore e agli scrittori per l'ottimo lavoro svolto.
 
AA.VV. DINOSAURIA, a cura di Lorenzo Crescentini, Edizioni Pendragon, 159 pp., 2016, prezzo 14,00 €.

Stefano Sacchini

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.