giovedì 7 aprile 2016

ALIA EVO 2.0






"L'umanità di un individuo è inversamente proporzionale ai suoi talenti", affermano i VeriUmani, gente arrogante la cui arroganza è direttamente proporzionale alla paura.
(da Un sole troppo lontano di Silvia Treves)

A disposizione del lettore c'è la seconda antologia ALIA Evo che raccoglie, in formato elettronico, diciassette racconti di altrettanti autori italiani.
Un ebook stimolante, che spazia in ogni settore del fantastico: dalla fantascienza al new weird, senza trascurare l'horror. Unico assente è il fantasy tradizionale, quello sword & sorcery per intenderci, forse perché questo genere, almeno per come viene concepito in Italia, poco si presta alla forma breve.
Un difetto che spesso si riscontra in siffatte raccolte è la disomogeneità. Per fortuna non è questo il caso: stilisticamente la qualità è alta, eccellente in alcuni casi. E non poteva essere altrimenti! Gli autori, per la maggior parte, non sono esordienti nel campo letterario, bensì hanno alle spalle anni e anni di pubblicazioni, di romanzi, di racconti nonché di riconoscimenti ufficiali. Cosa altrettanto gradita è che spesso sia raccontata una storia: salvo poche eccezioni, gli scrittori hanno dato la precedenza alla trama più che all'evocazione di particolari atmosfere o suggestioni. Piacevole divergenza rispetto a tanta produzione nostrana.
Al di là dei nomi, pure importanti, è interessante notare alcune tendenze. Se nella fantascienza propriamente detta torna in gran forma l'avventura spaziale, con ben quattro episodi tutti molto graditi a chi scrive, e rimane in auge il postumanesimo, in campo horror a furoreggiare sono i cari, vecchi zombi, proprio il caso di dire immarcescibili. Bisogna riconoscere l'abilità degli autori nell'aver saputo scrivere storie originali e coinvolgenti, distinguendosi nella marea di pubblicazioni con tematiche simili.
Nel variegato mondo del fantastico, capiente calderone che ospita persino una simpatica intervista impossibile, è il realismo magico quello che attrae le maggiori simpatie, confermando una tendenza ormai affermata da tempo.
Complimenti quindi alla coppia Massimo Citi e Silvia Treves, che hanno svolto un ottimo lavoro nelle vesti sia di curatori sia di scrittori.

Indice:
Consolata Lanza: La discoteca e le querce.
Eugenio Saguatti: Il corridore macino.
Vincent Spasaro: Navigatori delle lunghe distanze.
Danilo Arona: Il Collassatore.
Maurizio Cometto: L’Urlo.
Massimo Citi: Una nuova vita.
Fabio Lastrucci: Voci dal risveglio.
Chiara Negrini: Danse macabre.
Davide Zampatori: La voce venuta da lontano.
Vittorio Catani: L’uomo esploso.
Valeria Barbera: Fifone!
Paolo S. Cavazza: Interferenza.
Francesco Troccoli: Il caso estremo Ana Caldeira.
Mario Giorgi: Marconi vs Tesla.
Fulvio Gatti: La vita sociale delle sagome di cartone.
Massimo Soumaré: Fervori mistici, business e allegre comari.
Silvia Treves: Un sole troppo lontano.

ALIA Evo 2.0 (a cura di Silvia Treves e Massimo Citi), CS Libri, 2016, prezzo ebook 5,99 €.

Stefano Sacchini

1 commento:

  1. Concordo, un' ottima antologia! I due curatori Citi e Treves hanno, ancora una volta, realizzato un grande lavoro!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.