sabato 30 maggio 2015

THE MOON AND THE SUN di Vonda N. McIntyre


 



















Il canto delle sirene si disintegrò in pianti animaleschi e strilli di dolore. Gli animali cacciati gridavano sempre di fronte al trauma della propria cattura. Yves dubitava che le bestie fossero capaci di provare paura, ma aveva il sospetto che potessero provare dolore. Il galeone si abbatté tra di loro, sommergendoli nelle loro grida. La rete sfrecciava attraverso le onde violente.
(trad. di Lorenzo Vetta e Annabella Campanozzi)

Seconda di copertina:
Il Re Sole, Luigi XIV, ha trasformato la Francia nel più potente Stato del Vecchio Continente, ma la sua brama di gloria non conosce limite. Così ha inviato un filosofo naturale gesuita alla ricerca della fonte dell'immortalità: la carne di un raro e forse solo mitologico mostro marino. Di ritorno dalla spedizione, padre Yves de la Croix riporta al suo sovrano un terribile mostro marino ancora vivo. Ma il mostro si rivela presto qualcosa di molto diverso dalla bestia orribile e senza intelletto che tutti pensano. Ad accorgersene sarà Marie-Josèphe, la sorella di padre de la Croix, cresciuta in un convento nelle colonie e ora accolta a corte come damigella. Marie-Josèphe ha una mente scientifica, curiosa e appassionata, e un grande cuore. Per questo si ritroverà davanti a un dilemma morale che potrebbe compromettere la sua posizione a corte, e farle rischiare la vita. Un romanzo storico e fantastico insieme che mescola grandiosità e semplicità per dipingere un grande affresco ipnotico.

Senza grande pubblicità e quasi in sordina, la casa editrice Gargoyle ha pubblicato THE MOON AND THE SUN, il romanzo che ha permesso alla scrittrice americana Vonda N. McIntyre (classe 1948) di aggiudicarsi il Premio Nebula per il Miglior Romanzo del 1997, battendo concorrenti come Memory di Lois McMaster Bujold, Il gioco del trono di George R.R. Martin e City of Fire di Walter Jon Williams.
Il libro non è tanto un fantasy quanto un esempio di storia alternativa: ambientato nell'ultimo decennio del XVII secolo, vede protagonisti una serie di personaggi che popolano la sfarzosa corte di re Luigi XIV di Francia, e miscela assieme elementi propriamente storici ad altri ucronici. In questo universo, il dominio francese è riconosciuto da gran parte del globo terracqueo, tanto che alla reggia di Versailles arrivano, a rendere omaggio all'ormai anziano Re Sole, non solo ambasciatori ma anche papa Innocenzo XII (che in realtà mai visitò la Francia) e monarchi da ogni angolo del pianeta: dai sovrani di Persia e Nubia ai fieri capi delle tribù nordamericane degli Uroni.
La presenza di Sharazad, il "mostro marino" catturato da padre Yves de la Croix e rinchiuso in una fontana del palazzo reale, è l'elemento propriamente fantastico, e attorno a questo si sviluppa la vicenda. L'autrice descrive brevemente la vita e le usanze di queste creature acquatiche, ritraendole come un ramo della razza umana che si è adattato alla vita marina.
Ma il libro colpisce non tanto per la trama, semplice e con risvolti sentimentali, quanto per le sontuose atmosfere della corte francese con i suoi lussi, i suoi splendori e, soprattutto, la sua etichetta esasperata.
Eroina del romanzo è mademoiselle Marie-Josèphe, sorella di de la Croix. Sorta di Leonardo da Vinci in gonnella, dallo spiccato talento scientifico e musicale, l'ingenua ragazza è l'unica persona che riesca a stabilire un contatto empatico con il mostro marino e, in un tempo straordinariamente breve, a comprenderne il linguaggio. I suoi rapporti con Sharazad, con il fratello, con Lucien - il deforme ma sensibile consigliere del Re - e il sovrano costituiscono l'ossatura della trama. Forse il personaggio che colpisce maggiormente, più della protagonista o di Sharazad, è proprio il Re Sole, un uomo di grande carisma e intelligenza che, per frenare l'inarrestabile declino della propria salute, cerca l'elisir dell'eterna giovinezza.
THE MOON AND THE SUN è un romanzo che può affascinare, comunque ben scritto e accurato, che appassionerà gli amanti dei libri che fondono realtà storica e fantasia. Peccato solo che la casa editrice italiana, in linea con una tendenza che si sta diffondendo in questi ultimi anni, abbia deciso di non tradurre il titolo originale.

Vonda N. McINTYRE, THE MOON AND THE SUN (The Moon and the Sun, 1997), trad. di Lorenzo Vetta e Annabella Campanozzi, Gargoyle, collana Gargoyle Extra, 527 pp., 2015, prezzo 19,00 €.

Stefano Sacchini



1 commento:

  1. Non posso concordare: uno dei peggiori romanzi letti negli ultimi anni! Mieloso, melenso, banale. A pena di passare per veteromaschilista direi un romanzetto rosa, dedicato alle quindicenni bruttine in attesa del principe azzurro. E' incredibile che sia stato premiato, ma è invece credibilissimo il perchè fino ad oggi non fosse stato tradotto e pubblicato. Delusione totale.

    RispondiElimina