giovedì 16 aprile 2015

IL GIARDINO DEI TAROCCHI di Fabrizio Felici Ridolfi ed Emanuele Carosi

Titolo: Il giardino dei tarocchi
Autore: Fabrizio Felici Ridolfi
Illustrazioni: Emanuele Carosi
Casa editrice: Scienze e Lettere
Anno: 2015

Sempre nell'ottica di segnalare e portare a conoscenza le iniziative editoriali volte a educare i bambini alla lettura del fantastico, mi fa piacere parlare di questo volumetto. Si tratta della seconda pubblicazione della collana "Terre Incantate", della casa editrice "Scienze e Lettere". Come nel caso della collana "Monstra" (di cui ho già parlato a proposito di Sirene), il pubblico ideale sono i bambini fra i sei e i dodici anni. Stavolta, però, non sono le creature mitologiche a tener banco con i loro poteri e le loro malefatte, ma i luoghi. Protagonisti dei racconti che la collana ospiterà, tuttavia, non sono i luoghi inventati o i luoghi mitici o i luoghi scaturiti dalla fantasia di qualche grande narratore. Si parla di luoghi misteriosi e magici, certo, ma realmente esistenti e visitabili, magari anche vicini a casa nostra. Sì, perché si tratterà solo di luoghi italiani. 
Il giardino dei tarocchi, dunque, esiste e si trova nei pressi di Capalbio, provincia di Grosseto, in Toscana. Chi l'ha costruito? Per quale motivo? Qual è il suo legame con i tarocchi? Attraverso l'avventura in cui Fiammetta e Aldo verranno coinvolti, le risposte arriveranno in una sarabanda di colpi di scena e il susseguirsi di colorate curiosità (tutte rigorosamente vere). Felici Ridolfi, esperto di egittologia, si è divertito a dipanare una serie di simbolismi legati ai tarocchi e alla loro derivazione dalla cultura egizia attraverso lo sguardo incantato e curioso di due bimbi. Un'avventura semplice, da leggere in un fiato, eppure ricca di spunti e idee interessanti anche per gli adulti. Le illustrazioni, curate da un grafico pubblicitario con il pallino per il disegno come Carosi, sono molto vivaci. Carosi, però, non si limita a dare un supporto grafico al racconto. La vivacità dei colori e le forme vagamente indefinite delle sue figure danno al lettore un retrogusto di mistero, come se le statue del giardino fossero davvero in grado di interagire con i piccoli visitatori. Un viaggio nel mistero dei tarocchi che apre piccole e grandi menti alla curiosità e ci porta alla scoperta dei molti luoghi misteriosi appena dietro l'angolo di casa.

Fabio F. Centamore

Nessun commento:

Posta un commento