venerdì 17 maggio 2013

NOVITA' MIRAVIGLIA EDITORE



Casualmente, da un amico di Facebook, sono venuto a conoscenza dell'opera di una piccola casa editrice di Reggio Emilia, Miraviglia Editore, già attiva da tempo sul mercato e che ha pubblicato alcuni titoli nell'ambito del fantastico e della fantascienza  meritevoli di essere citati e acquistati.
In particolare, senza scendere in un dettaglio che mi riservo per un post più approfondito e successivo, voglio ricordare The Prestige di Christopher Priest, un fantasy originalissimo e scritto in uno stile raffinato da uno dei massimi autori britannici viventi (Priest ha composto molti romanzi tra i più belli del genere, tra cui spiccano, a mio modesto parere, The Inverted World, The Space Machine e The Extremes, tutti già usciti in Italia. Scelsi io a suo tempo The Extremes per Fanucci e tuttora lo considero uno dei migliori romanzi dell'autore e di quell'epoca).
Riporto le parole (che condivido in pieno) della casa editrice nella presentazione del libro sul sito web Miraviglia: "Priest è autore che non ha bisogno di presentazioni. E' considerato uno degli autori più originali del genere, acclamato dalla critica di fantascienza, pur non avendo incontrato ancora il successo commerciale che merita. Le sue opere  ruotano attorno al tema della percezione della realtà e abbracciano la maggior parte dei temi dell'immaginario, spaziando dalla fantascienza classica al fantastico. Queste caratteristiche lo portano ad essere considerato oggigiorno come un degno successore di Philip K. Dick e Ballard e un innovatore del genere."

The Prestige, da cui è stato tratto l’omonimo e sorprendente film del regista Christopher Nolan, è stato tradotto in 23 lingue, ed ha vinto il World Fantasy Award, premio internazionale per la letteratura fantastica: il libro è incentrato sulle vicende di due maghi/illusionisti nell'Inghilterra e nell'America della fine dell'ottocento, e narra in particolare la loro disputa e la loro drammatica gara per il raggiungimento dell'invisibilità.

Tra le altre opere  interessanti di Miraviglia voglio ricordare il notevole The Night Sessions (ma perchè non provare a tradurre i titoli in italiano?), di Ken MacLeod, scrittore britannico noto per la sua bravura e per il suo impegno politico. The Night Sessions è infatti un thriller dalle forti tinte sul terrorismo, ambientato nell'Inghilterra del vicino futuro.

E poi Interstate Dreams  di Neal Barrett jr., autore geniale e iconoclasta. Il libro è un tour de force ambientato nel profondo sud degli Stati Uniti, dove il lettore sarà travolto da un turbinio di eventi. Il protagonista è Dreamer, un trentottenne ex militare dell’aviazione tornato da un conflitto nel Sud del Messico con delle pietre preziose e un frammento di acciaio conficcato nel cranio che lo rende invisibile ai sistemi di sicurezza. Tra rapimenti di fanciulle e bambine bellissime che parlano come nei romanzi rosa, vedremo all'opera Dreamer nel tentativo di liberarle prima che vengano cedute al perfido Principe arabo Abd-El-Yusuf.

Segnalo inoltre, nella collana "Lo specchio opaco", quattro uscite di classici , opere di fine ottocento e inizio novecento che sono giustamente considerate punti di riferimento storico nell'evoluzione del genere fantastico, e cioè

  • La razza che verrà (The coming race), classico utopico di Edward Bulwer Lytton, 
  • Una piccola pellegrina nel mondo invisibile di Margaret Ollyophant
  • Un oscuro scrutare (In a Glass Darkly), che raccoglie cinque dei migliori racconti di Joseph Sheridan Le Fanu
  • Gli arcieri e altre leggende di guerra di Arthur Machen

 La razza che verràUna piccola pellegrina nel mondo invisibileUn oscuro scrutare. In a glass darklyGli arcieri e altre leggende di guerra-Il terrore

       The night sessions

Nessun commento:

Posta un commento